Soffio d'Argilla - Breath Clay

Il respiro dell’argilla genera un territorio unico dove l’uomo con un lavoro duro, ostinato, domestica la famiglia dei vitigni lambrusco ancora oggi selvatici, incontaminati. 

Dalle loro uve nasce il Lambrusco a denominazione di origine, DOP e IGP, produzioni che esprimono l’impegno delle aziende vitivinicole nella valorizzazione del territorio, nell’innovazione, la loro attitudine al bene comune: non una nozione astratta o una dottrina che si può imparare, piuttosto un modo d’essere, una conquista interiore da tramandare alle generazioni future. Un vino che unisce l’eleganza delle bollicine e la bellezza del colore rosso il Lambrusco si fa condurre dal suo istinto ed esprime la sua vitalità nel momento in cui viene versato nel calice: dalla spuma evanescente si sprigionano una moltitudine di emozioni nelle quali riconosci la maestosa bellezza della natura. Noi siamo qui: nella trasparente esuberanza del Lambrusco troviamo la simbologia del territorio che partendo dallo stile semplice delle chiese romaniche, attraversa la succulenza dei cibi per arrivare al raffinato glamour delle autovetture sportive.

Il territorio

I terreni della pianura dall’energia dirompente che si esalta nel profumo netto, pulito, persistente del Lambrusco di Sorbara o nel sapore asciutto, fragrante del Lambrusco Salamino di Santa Croce, del Lambrusco Reggiano e del Lambrusco di Modena. I terreni della zona collinare e subcollinare ubicati a sud della via Emilia, più posati e riflessivi, si ritrovano nel profumo vinoso e nella spuma violacea del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro e del Lambrusco dei Colli di Scandiano e di Canossa.

Ermi Bagni

Scarica il pieghevole (realizzato da Carlo Guttadauro)

brusco