02/05/2017

Vinitaly 2017, tra premi e scenografie

La 51esima edizione di Vinitaly, con oltre 4mila aziende espositrici e oltre 128mila presenze da tutto il mondo, è terminata con grandi soddisfazioni anche per il Lambrusco.

4.270 espositori da 30 paesi. 128.000 visitatori da 142 nazioni. Convegni, seminari, incontri, degustazioni e un aumento della partecipazione degli operatori esteri. Vinitaly 2017 si è conclusa con numeri da record e ha portato a casa tante soddisfazioni, anche per il Lambrusco che si riconferma nuovamente tra i vini più amati.

Secondo la tanto attesa classifica Pop Wine, al secondo posto tra i migliori 50 vini italiani sotto ai 15 euro c’è il Sorbara Rito 2016 di Silvia Zucchi. A seguire anche il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro Monovitigno 2016 di Fattoria Moretto (19° posto), il Sorbara 2016 di Vezzelli (21°) e il Sorbara Vecchia Modena Premium 2016 di Cleto Chiarli (34°).

La classifica, pubblicata in occasione del Vinitaly sulla pagina enogastronomica della Gazzetta dello Sport, viene stilata dopo una lunga serie di assaggi alla cieca coordinati dal sommelier Luca Gardini e da Pier Bergonzi, vice direttore del giornale.

La 51esima edizione del Salone Internazionale dei Vini e dei Distillati è stata anche l’occasione per ospitare, all’interno del padiglione Lambrusco, il catering scenografico della Sartoria dei Sapori di Carpi. Diversi allestimenti colorati e golosi per stimolare la mente e sconvolgere i sensi. “Su un grande affresco abbiamo dato tridimensionalità con chicchi d’uva – ha spiegato la titolare, Mila Sacchi – mentre una grande composizione a forma di grappolo è stata realizzata interamente a mano e abbellita con bignè farciti con crema al gorgonzola, noci e pepe. Perfetti per accompagnare i Lambruschi modenesi.”

WhatsApp Image 2017 04 10 at ED