30/05/2016

Iscrizione ai registri vitivinicoli: periodo di sperimentazione prorogato al 31 dicembre

Annunciata il 20 marzo 2015 attraverso decreto ministeriale, la digitalizzazione dei Registri vitivinicoli che ha lo scopo di semplificare le pratiche burocratiche degli operatori della filiera, fatica a diffondersi in maniera capillare in tutta Italia.

Il Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali ha deciso di andare incontro ai produttori di vino, estendendo la fase di sperimentazione che si concluderà il 31 dicembre 2016. In questo modo si consentirà un più agevole passaggio dal sistema cartaceo di tenuta dei registri a quello telematico. Entro la fine dell’anno gli operatori del settore dovranno dunque prendere confidenza con gli strumenti messi a disposizione dal Ministero sul portale Sian.

In questi sei mesi, inoltre, l’Ispettorato repressione frodi porterà nelle varie regioni il suo ciclo di incontri volto a formare i produttori sull’utilizzo del nuovo sistema digitale.

Il passaggio ai registri digitali interessa oltre 50.000 operatori, il 90% dei quali piccoli produce meno di 1000 ettolitri all’anno.

Digitalizzazionedei Registri vitivinicoli