03/11/2015

L'Italia prima al mondo per produzione di vino: il ruolo del Lambrusco

L'Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino stima, per il 2015, una produzione italiana di 48,9 milioni di ettolitri, con un sorpasso della Francia che si attesta a 47,4 milioni di ettolitri.

L'Oiv, che dunque colloca l'Italia come primo produttore al mondo, prevede anche un aumento della produzione globale del 2%. Al terzo posto la Spagna, con 36,6 milioni di ettolitri, e al quarto gli Stati Uniti con 22,1 milioni. Il sorpasso italiano è dovuto al +10% del 2015, contro il +1% francese. 

Al successo ha contribuito anche il Lambrusco, vino in forte crescita (sia dal punto di vista quantitativo che da quello del riconoscimento qualitativo internazionale). La qualità e la diversificazione, abbinate ai prezzi competitivi, consentono un'ottima penetrazione del mercato globale e la dominazione nazionale tra i rossi per rapporto qualità/prezzo. La vendemmia 2015 è stata particolarmente positiva anche per motivi climatici, al contrario della Francia che ha visto un calo dell'11% per le temperature troppo elevate e per il maltempo. Occorre però continuare a investire in comunicazione, per una percezione sempre più positiva dei Lambruschi DOC del nostro territorio sui mercati internazionali.

zucchi 02