23/10/2017

Wine Enthusiast: è il momento del Lambrusco

Il magazine americano, specializzato nel comunicare il mondo del vino in un modo accessibile a tutti, dedica un lungo articolo al Rosso FIl magazine americano, specializzato nel comunicare il mondo del vino in un modo accessibile a tutti, dedica un lungo articolo al Rosso Frizzante.rizzante.

Kerin O’Keefe, esperta di vini italiani e redattrice per diverse riviste del settore, lo scrive quasi con orgoglio: cerchi un vino secco, fresco e aromatico che si abbini a quasi ogni piatto del pianeta? Punta sul Lambrusco.

Una volta conosciuto come un vinaccio economico da servire con ghiaccio, oggi i migliori Lambruschi non hanno nulla a che fare con le versioni stucchevoli che hanno riempito gli scaffali statunitensi tra gli anni ’70 e gli anni ’80.” Oggi le cantine producono lambruschi adatti a tutti e la O’Keefe stila una classifica delle etichette da non perdere.

Leggermente colorato, profumato e dall’acidità vivace, secondo la giornalista è il Lambrusco di Sorbara il più raffinato della categoria. Tra metodo Charmat e rifermentazione in bottiglia, questa tipologia di lambrusco ben si accompagna alla cucina ricca dell’Emilia-Romagna, come tortellini e piatti di carne sfiziosi. Da non perdere: Radice 2016 di Cantina Paltrinieri, Vigna del Cristo 2016 di Cavicchioli e Vecchia Modena Premium 2016 di Cleto Chiarli.

L’opposto polare del Lambrusco di Sorbara, coltivato nei terreni sabbiosi delle pianure, è il Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, cresciuto tra l’argilla e il limo delle colline. Corposo, rosso e dalla forte struttura tannica – continua la O’Keefe – il Grasparossa oggi viene imbottigliato in modo da produrre vini eleganti, asciutti e schiumosi.” Da non perdere: Monovitigno di Fattoria Moretto, Corleto di Villa di Corlo e Tradizione di Zanasi.

Il Lambrusco Salamino è spesso mescolato ad altre uve per ottenere il suo colore generoso e la marcata acidità. Inoltre è un elemento chiave nella produzione del Lambrusco di Sorbara, la cui pianta produce polline sterile. Il Salamino, profumato e fresco, vanta sensazioni intense di bacche rosse. Da non perdere: Solco di Cantina Paltrinieri, Concerto 2016 di Medici Ermete e Dedicato ad Alfredo Molinari di Cantina Sociale di Sorbara.

Oltre a queste tre DOP – continua la giornalista – in provincia viene prodotto anche il Lambrusco di Modena. Questa denominazione è più flessibile, perché il Lambrusco può essere realizzato anche con una miscela di numerose varietà.” Anche la provincia di Reggio Emilia ha la sua lunga tradizione di Lambrusco che copre tutta la provincia. Da non perdere: Pruno Nero di Cleto Chiarli,  I Quercioli di Medici Ermete, Lambrusco Reggiano di Rinaldini.

Radice and Vigna Wine